Stimson in the News

Stimson report on wildlife crime is featured in Formiche (Italy)

in Program

Le unità di intelligence e le forze antiterrorismo del mondo
intero dovranno presto preoccuparsi di salvare la vita degli animali in
via d’estinzione, oltre che degli uomini? Sembra proprio di sì: a circa
un mese dalla conferenza di Londra sul commercio illegale di animali
selvatici, prevista per febbraio, si moltiplicano i rapporti che
indicano come bracconaggio e caccia grossa siano sempre più utilizzati
da cellule fondamentaliste e gruppi guerriglieri come fonte di
finanziamento.

Il giro d’affari potenziale è enorme: secondo un rapporto dello Stimson Centre di Washington, l’industria
del bracconaggio muove ogni anno 19 miliardi di dollari, su rotte che
toccano l’Occidente, l’Africa e l’Asia orientale, grazie a una domanda
proveniente soprattutto dalla Cina
, dove corni di rinoceronte e
avorio d’elefante sono usati a scopi medicinali ma anche ornamentali.
Nessuna meraviglia,  dunque, che su questo business si siano lanciati gruppi come gli integralisti islamici somali di al-Shabaab, o i miliziani janjaweed attivi nel conflitto del Darfur e quelli che compongono il Lord Resistance Army del signore della guerra ugandese Joseph Kony.

To read the full story, click here.

Share on twitter
Share on facebook
Share on linkedin
Share on email
Media Inquiries

Contact Caitlin Goodman at [email protected] or 202-478-3437.

Our main line is  202-223-5956.

Choose Your Subscription Topics
* indicates required
I'm interested in...
38 North: News and Analysis on North Korea
South Asian Voices